Emozioni e mondo del lavoro

Raramente nel mondo del lavoro si lascia spazio alle emozioni, ricordo infatti i miei primi anni di ufficio, dopo il saluto delle nove del mattino, testa bassa sul pc fino alle 18.00, poco importava se dentro avevi un mondo intrappolato di emozioni positive o negative, magari un problema a casa, un mal di testa o un episodio bellissimo da condividere tra colleghi, l’importante era lavorare in silenzio senza perdere tempo; l‘interpretazione del lavoro come sfera a sé, fossa dei leoni in cui sopravvive il più forte. Per fortuna le cose cambiano e siamo cambiati noi, ci portiamo al lavoro, con la nostra personalità, i nostri alti e bassi condivisi, abbiamo sempre più spazi per analizzarci ed essere analizzati attraverso valutazioni che toccano non solo la sfera delle competenze ma anche dell’emotività.

Che cos’è l’intelligenza emotiva?

L’intelligenza emotiva o come mi piace chiamarla, l’intelligenza del cuore, è la capacità di riconoscere e gestire non solo le proprie emozioni ma anche quelle degli altri. Quante volte abbiamo sentito dire che un leader che governa prima se stesso è poi capace di guidare gli altri, verissimo, ma chi sa veramente controllarsi e agire con sentimento? Secondo Daniel Goleman l’intelligenza emotiva non è innata e può essere appresa dalla nascita fino alla fine della nostra vita!

Come possiamo migliorare e allenare la nostra intelligenza emotiva?

Con l’ Auto-consapevolezza – Provare nuove cose, sperimentare perché solo spingendoci un po’ oltre i nostri limiti scopriamo cose di noi stessi che nella nostra zona di comfort non emergerebbero.

Con l’Autocontrollo – Spesso ci troviamo in situazioni inaspettate che possono essere molto stressanti. Riconoscere e gestire le nostre reazioni a queste situazioni ci permette di sviluppare la consapevolezza nella nostra capacità di lavorare e risolvere con successo situazioni stressanti anche in un contesto di gruppo.

Con L’Empatia – Incontrare ogni giorno persone nuove aumenta la nostra conoscenza e allarga la nostra prospettiva. Incontriamo persone diverse da noi, straordinariamente diverse, in questo modo siamo meglio attrezzati per capire gli altri punti di vista e la loro percezione di noi e del mondo.

Con la gestione delle relazioni – è questa la capacità di saper lavorare in gruppo, risolvendo al meglio gli eventuali conflitti con gli altri, riuscendo ad essere motivante e collaborativo. Una qualità che consente di rendere l’ambiente di lavoro più amichevole e piacevole.

L’intelligenza emotiva oggi è considerata uno degli aspetti per avere più successo anche nel mondo del lavoro ed è valutata anche in ambito della selezione del personale; Il modo in cui interagiamo con gli altri e la passione che possiamo trasmettere faranno sempre la differenza. Se le emozioni sono energia allo stato puro sono fermamente convinta che dobbiamo portarle con noi ogni mattina in ufficio!